12 Apr 2017
aprile 12, 2017

Storia del forno

0 Comment

Cuocere i cibi è una pratica molto antica che risale al periodo della preistoria quando gli uomini primitivi scoperto il fuoco, un milione e mezzo di anni fa, in Sud Africa, riuscirono a  domarlo e a scoprirne le  sue potenzialità. Non a caso la parola  forno significa calore che significa a sua volta  fuoco.

Uno degli antenati del forno è stato sicuramente una invenzione da attribuire al popolo egizio nel  5000 a.C. Tale invenzione prevedeva  la costruzione di un forno tradizionale a legna, con apertura superiore, ma con un grande problema: il calore veniva disperso. Ci pensarono dunque  i greci a perfezionarlo  nel 1700 a.C., inventando i primi forni domestici con la classica apertura a lato,  che permetteva così una migliore efficienza, e di conseguenza una  minore dispersione del calore.

A partire dal 1795 negli Stati Uniti, si diffusero i primi forni di ghisa che funzionavano con il carbone e permettevano anche di regolare la temperatura. La loro criticità più grande era però dettata  dalle ampie dimensioni che non permettevano il posizionamento di tali forni nelle case comuni.

Inizio di una modernità

La storia del classico forno come lo conosciamo noi, invece  inizia  a partire dal 1826, in Inghilterra, quando fu appunto costruito il primo forno a gas,  essendo però il costo del gas molto  alto, prima che si diffondesse nelle case passarono diversi anni. Il problema del costo venne risolto, con l’avvento dei primi forni elettrici.

Sarà però  proprio negli anni ’50 del 1900 che vennero costruiti i forni che hanno fatto la storia degli elettrodomestici soprattutto dell’industria  italiana. Uno dei prototipi dei fornelli a gas dell’epoca è tutt’ora esposto come opera d’arte al Museo Nazionale della scienza e della tecnologia Leonardo da Vinci. Il forno degli anni 50 da elettrodomestico di uso comune diventa una vera e reliquia da museo.

Oggi il design dei forni è in continua evoluzione. Il forno da elettrodomestico singolo è divenuto  nel tempo un elettrodomestico da incasso ovvero incorporato all’interno della struttura stessa della cucina. Non più un elemento a se ma bensì un elemento facente parte della cucina.

Negli ultimi anni poi il suo cambiamento è ancora più evidente. Il design delle cucine è sempre più moderno gli elettrodomestici si fanno più tecnologici. Oggi per esempio possiamo osservare che  il forno si è evoluto trasformandosi  da incasso a induzione. Quello a induzione prevede un  design che somiglia sempre meno ad un forno  tradizionale ma prende le sembianze di un computer quasi come se fosse un tablet su cui poggiare le pentole, un vero gioiello di elettrodomestico.In cucina quindi le novità sono sempre dietro l’angolo. Chissà il futuro cosa ci riserverà.

 

Leave a Reply